Miele di Romagna, . . . i nostri mieli

Miele di ERBA MEDICA

raccolto nelle larghe della pianura di Ravenna
Price:
 
Confezione
Order form
Description Price Price with VAT Quantity
 
COM_VIRTUEMART_L_DESC_TITLE

Descrizione:
Miele color ambra chiaro quando liquido e da beige a nocciola quando cristallizza in cristalli abbastanzza compatti. Profumo e aroma floreale di media intensità e sapore naturalmente acidulo. La presenza di melata lo rende leggermente più scuro.

Proprietà:
Miele molto apprezzato nell'alimentazione degli sportivi,degli studenti e di chi ha una vita attiva. Ideale da spalmare sposandolo con la frutta ed in cucina. 

Zone di Produzione:
logo it   Emilia-Romagna (Italia)

L'erba medica o erba spagna ("spagnera" in dialetto romagnolo) è un'erba coltivata come foraggio ricco per alimentare vacche da latte. In Romagna non sono presenti molti allevamenti bovini mentre molte cooperative sementiere coltivano l'erba medica per ricavare i semi da piantare in Emilia e in altre zone d'Italia e far fieno per gli allevamenti della filiera casearia. Questi agricoltori chiamano gli apicoltori a svolgere con le loro api il servizio di impollinazione dei loro campi in modo da aumentare la resa in seme degli appezzamenti. Questo aumento delle produzioni giustifica il pagamento del servizio di impollinazione  svolto dagli apicoltori. La pianura ricca di appezzamenti a seminativo, le "larghe", su terreni serviti da canali irrigui che dalla via Emilia arrivano al mare e alle zone bonificate del delta del fiume Po sono estesamente coltivate ad erba medica. Da questi medicai si ricava in genere un primo taglio ("maggese") usato come foraggio e successivamente lasciando sviluppare la pianta fino a fiore e seme raccolto con mieti-trebbia qquando non si  effettua un secondo taglio per fare  fieno da foraggio. In condizioni ideali di umidità e temperatura (specie in collina e in montagna o su terreni irrigati) si può avere un'ulteriore ricrescita dell'erba che è tagliata come foraggio. Al giorno d'oggi esistono tecnologie che permettono la conservazione del fieno umido lasciandolo fermentare in assenza di aria o lavorandolo ed essiccandolo. Le nostre api collaborano attivamente all'impollinazione dei campi dell'erba medica da seme nella pianura di Forlì (FC), Ravenna (RA), Cervia (RA) e Alfonsine (RA) e nella collina di Faenza (RA) e Brisighella (RA).

["PRODOTTO AGROALIMENTARE TRADIZIONALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA" Decreto 14 Luglio 2017 del MIPAF]  

Consigli per l'uso:
- il miele non ha scadenza, ma è preferibile consumarlo entro due anni per valorizzarne la freschezza e le proprietà;
- conservare ben chiuso in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce;
- prelevare il miele con un cucchiaio asciutto e pulito;
- il miele è un alimento ideale per i bambini, ma come tutti i prodotti dalla terra, va consumato crudo solo dopo lo svezzamento; 
- colore e consistenza possono variare naturalmente nel tempo.

Curiosità botaniche:
L'erba medica (Medicago sativa L.) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Fabaceae (Leguminose) con foglie trifogliate e fiori violetti raccolti in racemi. L'erba medica ospita nel proprio apparato radicale colonie di batteri azotofissatori simbionti (rizobi) utili perché capaci far reagire l'azoto dell'aria e trasformarlo in sali fertilizzanti nutrendosi dei quali la vegetazione sintetizza amminoacidi e proteine per crescere rigogliosa. La fertilizzazione dei terreni in regime biologico si realizza piantando e coltivando ciclicamente l'erba medica o le altre leguminose ed in particolare praticando il sovescio, cioè l'interramento delle piante con l'aratro. Con l'impollinazione dell'erba medica (il principale foraggio coltivato in Italia soprattutto nella pianura padana), le api favoriscono la produzzione di semi di questo foraggio che piantato e coltivato porta a fieno e mangimi ricchi di componente azotata (aminoacidi e proteine). Alimentandosi con questi foraggi molto nutrienti i bovini ricavano proteine nobili che trasformano in latte, latticini e carne. Per questo motivo dobbiamo ringraziare le api anche quando gustiamo del formaggio Parmigiano-Reggiano, la mozzarella, una tagliata o una fiorentina. 

Scegli e gusta il tuo miele!,
Ogni anno portiamo al pascolo i nostri alveari in diverse zone di produzione su tutto il territorio nazionale. Quando le fioriture sono abbondanti e le condizioni meteo permettono un buon raccolto riusciamo a produrre diversi tipi di miele.
Riusciamo a separare mieli differenti grazie al fatto che le fioriture non sono tutte simultanee e che le api bottinatrici visitano in prevalenza i fiori di quel territorio presenti in maggior numero e più ricchi di nettare e polline.
Ogni zona d’Italia e ogni periodo dell’anno porta ad un miele differente, espressione irripetibile delle fioriture presenti in quella stagione su quel territorio grazie alla biodiversità vegetale spontanea e ai campi coltivati dagli agricoltori per ricavare frutti e sementi. Ogni annata ha caratteristiche differenti e piccole variazioni rendono ciascun miele unico e speciale.
Assaggiando le nostre produzioni potrete sempre andare alla ricerca di gusti nuovi e trovare il miele preferito per ogni occasione.

erbaMedicaETICA

- mangio miele, sostengo le api e aiuto la natura -