Latte di Asina

Chanel poppata   L'asino è un mammifero dotato di due ghiandole mammarie che si sviluppano e crescono alla fine della gravidanza che dura ben  12 mesi (l'asino è lento in tutto ciò che fa...) e che raramente porta alla nascita di gemelli.

Il latte di asina è molto prezioso perché la mamma asino lo produce solo durante l'allattamento del puledro. L'asinello è già in piedi sulle lunghe zampe dopo poche ore dalla nascita e questo latte deve fornirgli l'energia per seguire da subito la madre e persino correre per fuggire ai predatori.

Il latte d'asina è il più simile a quello materno umano con un basso contenuto di grassi e un alto contenuto di lattosio. Questa composizione lo rende molto più dolce e sfuggente al palato di quello di vacca con un intenso aroma di erba verde e fiori se l'asina si alimentata al pascolo.

poppata

 

 

 

La scarsa produzione e l'uso nell'alimentazione pediatrica di bambini con allergie e intolleranze lo rendono molto prezioso e in certi casi insostituibile.

Sin dall'antichità la tradizione associa al latte di asina virtù terapeutiche e cosmetiche eccezionali: le prescrizioni mediche di Ippocrate e Plinio il Vecchio ed i celebri bagni di latte d'asina di Poppea e Cleopatra influenzano ancora oggi il consumo di prodotti a base di latte di asina.

svezzamento

 

 

Gli asini continuano a bere il latte della mamma fino a 6-7 mesi anche se da mesi si nutrono autonomamente di erba e fieno.

La puledra Chanel a 7 mesi è ormai così alta da permettere alla mamma Luna di appoggiare la testa alla groppa durante una delle ultime poppate prima dello svezzamento. Quando Chanel ha sete gioca un po' con l'acqua del secchio, poi cerca la mamma per che preferisce il latte dolce e caldo. Luna è sana, attiva e molto disponibile nei confronti del suo primo puledro, ma non riesce a prendere peso. Anche se mangia in continuazione cede gran parte delle proteine e dei grassi alla "piccola" Chanel.

 

la piccola Chanel, a quasi 2 mesi di età, cerca i due capezzoli fra le gambe posteriori della mamma, stimola le mammelle col muso e succhia il latte da entrambi; Luna, una giovane fattrice al suo primo puledro, arretra le gambe posteriori e resta immobile e tranquilla durante l'allattamento (la curiosità del puledro verso la telecamera e la scarsità di latte rende molto breve quest'ultima della sequenza di tre poppate)