Emilia-Romagna, una regione dal cuore verde

verdeER   L'Emilia-Romagna offre, ad appena mezz'ora di auto da ogni città, aree verdi incontaminate e protette ed oasi naturali con habitat caratteristici degli ambienti montani, collinari, di pianura ed acquatici al confine fra il Continente fresco ed umido ed il Mediterraneo caldo ed arido.

Con 2 parchi nazionali, 15 parchi regionali e 32 riserve naturali, l'Emilia Romagna è una delle mete più interessanti d'Italia per scoprire panorami ed ambienti di grande valore naturalistico.

natura2000La salvaguardia della biodiversità e degli habitat di siti regionali di interesse comunitario e di zone a protezione speciale è garantita dalla Rete Natura 2000, una rete di siti distribuiti da Piacenza a Rimini e dal Po al crinale dell'Appennino, che comprendono 1 area marina, 7 aree costiere e 11 subcostiere, con ambienti umidi salati o salmastri e con le pinete litoranee; 50 aree di pianura, con ambienti fluviali, zone umide d’acqua dolce e gli ultimi relitti forestali planiziali; 64 di collina e bassa montagna, con prevalenza di ambienti fluvio-ripariali (7), forestali di pregio (10) oppure rupestri, spesso legati a formazioni geologiche rare e particolari come gessi, calcareniti, argille calanchive e ofioliti (47); 25 di montagna a quote prevalenti superiori agli 800 m, con estese foreste, rupi, praterie-brughiere di vetta e rare torbiere, talora su morfologie paleoglaciali (10).

La regione ha mappato e mantiene i percorsi escursionistici ufficiali che costituiscono la REER rete escursionistica Emilia-Romagna la cui cartografia, consultabile on-line, riporta i punti di interesse escursionistici (rifugi, punti di ristoro, sorgenti, trasporti, emergenze culturali, ambientali,...).